La svalutazione riduce l’Irap

Le novità contenute nelle istruzioni di Unico 2013 prevedono che nella determinazione della base imponibile Irap vanno considerate anche le svalutazioni. A causa della crisi economica non mancano, infatti, le situazioni di cespiti la cui capacità produttiva è superiore alle esigenze aziendali o di perdite durevoli che sono insufficienti a coprire i costi del cespite, considerati anche gli ammortamenti. Secondo il documento Oic 16 questo può generare la svalutazione della immobilizzazione e la procedura si riflette sugli ammortamenti diminuendone l’importo imputato a conto economico. Un’altra novità è rappresentata dagli accantonamenti per rischi e costi futuri che non sono deducibili dalla base imponibile Irap. Nell’esercizio in cui tale costo si manifesta non è necessario il passaggio a conto economico ma solo l’utilizzo del fondo, il che legittima l’inserimento di una variazione diminutiva nel modello Irap da indicare al quadro IC di Unico 2013.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...