Spauracchio Durt sulle pmi

Si chiama Durt il nuovo spauracchio delle piccole e medie imprese. E’ il documento unico di regolarità tributaria che gli appaltatori dovranno acquisire per schivare la responsabilità solidale sulle ritenute. Le imprese dovranno inoltre comunicare periodicamente i dati contabili all’Agenzia delle Entrate e i documenti primari relativi alle retribuzioni erogate, ai contributi versati e alle imposte dovute, almeno fin quando le procedure di fatturazione elettronica non saranno messe a regime. L’adempimento sulla carta è facoltativo, ma per chi vorrà ottenere le certificazioni in tempo reale sarà di fatto un obbligo. E’ questo l’ultimo emendamento approvato mercoledì notte che ha riscritto l’articolo 50 del decreto ‘del fare’ sul regime della responsabilità fiscale negli appalti

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...