Prove multi-uso

Con l’ordinanza n. 20013 del 30 agosto 2013 l’Agenzia delle Entrate ha stabilito la validità dell’accertamento fiscale con metodo induttivo emesso dall’ufficio sulla base di prove già raccolte in relazione a un’altra imposta. Sussiste, infatti, una doppia valenza per le presunzioni raccolte dall’amministrazione finanziaria contro il contribuente. Accolto il ricorso dell’agenzia delle Entrate presentato contro la decisione della Ctr di Genova che aveva annullato un atto impositivo Irpef, spiccato in relazione a una cessione d’azienda, perché fondato su presunzioni raccolte in relazione all’imposta di registro

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...