Salta l’Irpef sulle seconde case sfitte

Con una nota ufficiale Palazzo Chigi smentisce le indiscrezioni di stampa ‘su nuove ipotesi di tassazione sulle seconde case per coprire il provvedimento sull’Imu’. Ma la presidenza del Consiglio conferma anche che il ritorno dell’Irpef, nella misura del 50%, sugli immobili a disposizione sfitti era effettivamente previsto dalle bozze del decreto sul superamento dell’Imu. La misura avrebbe dovuto garantire 1,6 miliardi nel 2014 e contribuire alla copertura della deducibilità dell’Imu per imprese e professionisti ai fini Ires e Irpef. Il provvedimento è saltato nella versione finale del decreto insieme al ripristino dell’Irpef sulle seconde case. Palazzo Chigi ha dovuto cedere al pressing del Pdl stoppando il ritorno nell’imponibile Irpef negli immobili a disposizione. La decisione non era nelle previsioni visto che all’Economia il ripristino dell’Irpef sulle seconde case sfitte era quasi un punto fermo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...