Service tax, tetto al 6 per mille

Entro il 15 ottobre arriverà il decreto che definirà i contorni della nuova service tax. Il provvedimento servirà anche a cancellare definitivamente la seconda rata dell’Imu, quella di dicembre. Il Governo lo ha assicurato: la service tax sarà più equa per famiglie e imprese e, pur assicurando la piena autonomia impositiva dei sindaci, avrà un tetto. Che per la parte sui servizi indivisibili sarebbe già stata individuata nella misura massima del gettito garantito dall’aliquota massima applicabile all’abitazione principale, ovvero il 6 per mille. Molte cose vanno ancora chiarite: non si sa se la service tax sostituirà l’Imu sull’abitazione principale o farà sparire del tutto l’imposta sugli immobili. Il sottosegretario all’Economia Pier Paolo Baretta dice: ‘Abbiamo ragionato sulla cancellazione dell’Imu sull’abitazione principale. Quel che è certo è che se si volesse cancellare del tutto l’Imu sarà inevitabile aumentare la componente patrimoniale della service tax, oggi limitata all’abitazione principale’.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...