L’invio di Unico guarda ai tempi supplementari

Oggi scadono i termini per l’invio di Unico 2013. La scadenza ordinaria interessa tutti i contribuenti esclusi quelli che, ad esempio, sono coinvolti in operazioni straordinarie o che hanno un periodo d’imposta non coincidente con l’anno solare. Per i ‘ritardatari’ però non tutto è perduto. Possono, entro certi termini, mettersi in regola. Chi salta la data di oggi può inviare la dichiarazione entro il 30 dicembre. Dopo la dichiarazione viene considerata irrimediabilmente omessa. Con la presentazione tardiva i costi delle sanzioni sono ridotti a un decimo del minimo. In caso di assenza di imposte dovute si paga solo 25 euro, se invece sono dovute imposte, oltre a sanare la tardiva presentazione, vanno regolarizzati i versamenti eventualmente non effettuati. Per quest’ultimi la sanzione ridotta è pari al 3,75% per i versamenti effettuati oltre 30 giorni dal termine di scadenza. La scadenza del 30 dicembre è importante perché in caso di dichiarazioni omesse le sanzioni amministrative vanno dal 120 al 240% delle imposte dovute.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...