Revisori, scontro sull’esame.

Il giorno dopo il dl del Governo che riapre il Registro dei revisori legali ai circa 3mila giovani bloccati da una riforma parziale, la politica e le professioni plaudono il vice ministro dell’Economia, Stefano Fassina e guardano con irritazione il testo del regolamento che attuando il dlgs 39/2010 fissa un sistema di prove d’esame differenziate sulla base degli studi precedenti e dell’esame di Stato sostenuto. Semplificato per gli avvocati e i commercialisti, addirittura cancellato per i funzionari della Pa. Nessuna riflessione aggiuntiva sull’equipollenza. E’ una vergogna ha detto Enrico Zanetti, vice presidente della commissione Finanze della Camera, cercheremo di porvi rimedio. L’idea è quella di aggiungere un comma all’art. 3 del dl finanza pubblica che specifichi ciò che il regolamento nega e cioè che i dottori commercialisti che hanno superato l’esame di Stato devono poter accedere automaticamente al Registro. Laurini, commissario del Cndcec apre ad un intervento legislativo per sanare le problematiche del regolamento. Possibile l’allungamento del tirocinio da 18 a 36 mesi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...