Accertamento, termine elastico

La Corte di cassazione, con la sentenza n. 26732 di ieri, ha stabilito che l’accertamento fiscale è legittimo anche se l’ispezione della Guardia di Finanza si è protratta oltre trenta giorni senza regolare proroga. Le norme tributarie, infatti, non collegano conseguenze sull’atto impositivo all’inadempimento dell’amministrazione. Accolto il ricorso dell’Agenzia delle Entrate. I giudici di merito avevano dato ragione a una società che aveva impugnato l’accertamento nel quale si contestavano fatture false, dal momento che gli agenti si erano trattenuti nella sede oltre il termine di trenta giorni, senza una proroga formale.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...