Rifiuti speciali esenti da Tari

Non sono soggette alla Tari le superfici produttive di rifiuti speciali, a meno che i Comuni, con regolamento, non li assimilino agli urbani. In questo caso il sindaco può prevedere riduzioni tariffarie proporzionali alle quantità di rifiuti che le imprese produttrici dimostrino di avviare al recupero. Tuttavia, l’agevolazione fiscale non si applica alla quota fissa, ma solo alla parte variabile della tariffa. Lo prevede il comma 450 del ddl di stabiità nella sua nuova formulazione. Dunque, sono esonerate dalla Tari le superfici ove si formano rifiuti speciali al cui smaltimento i produttori devono provvedere a proprie spese, purché dimostrino l’avvenuto trattamento in conformità alla normativa vigente.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...