Studio di settore in fuorigioco

L’Amministrazione finanziaria deve dare conto delle motivazioni addotte dal contribuente in contraddittorio, altrimenti lo studio di settore va in fuorigioco. La commissione tributaria regionale della Toscana, con la sentenza n. 135/25/13, depositata lo scorso 18 dicembre, ha stabilito la nullità dell’avviso di accertamento in cui non sono state considerate le circostanze addotte dal contribuente nel corso del contraddittorio preventivo. Per i giudici regionali il ricorso dell’ufficio locale delle entrate contro la pronuncia di primo grado va respinto e annullato con condanna alle spese dell’Agenzia delle Entrate. Motivo? L’atteggiamento troppo superficiale in tema di studi di settore può costare caro all’Amministrazione finanziaria. Nel caso analizzato i guidici non avevano considerato due circostanze essenziali addotte nel corso del contraddittorio con l’ufficio.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...