Stretta del Fisco sulla rilevanza

Rilevanza fiscale delle svalutazioni delle rimanenze valutate al costo specifico. Con la risoluzione n. 78/E del 12 novembre 2013 l’agenzia delle Entrate ha negato la possibilità di riconoscere fiscalmente la svalutazione delle rimanenze di magazzino valutate a costi specifici ai sensi dell’art. 92, comma 5. Le Entrate hanno giustificato l’orientamento partendo dall’analisi dell’articolo citato il quale al primo comma prevede che le rimanenze finali, la cui valutazione non sia effettuata a costi specifici, sono assunte per un valore non inferiore a quello che risulta raggruppando i beni in categorie omogenee per natura e per valore e attribuendo a ciascun gruppo un valore non inferiore a quello determinato a norma dei successivi commi 2, 3 e 4.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...