Riforma della Pa, Renzi: tentativo di cambiamento radicale. Tre assi: capitale umano, innovazione, tagli

“Siamo oggi molto lieti di poter offrire all’attenzione un ulteriore tassello della sistematica operazione di cambiamento del paese e che sta rispettando tutte le scadenze che ci siamo autoimposti per arrivare ad oggi con la proposta del governo sulla riforma della P.A”. Così ha esordito Matteo Renzi al termine del cdm dedicato alla riforma della Pubblica amministrazione. “Pensiamo – ha proseguito – che la riforma fatta contro le lavoratrici e i lavoratori abbia le gambe corte. Il governo punta a un tentativo di cambiamento radicale”. Riforma aperta a confronto per 40 giorni- “Noi offriamo per 40 giorni al confronto la riforma. Per la discussione dei dipendenti, delle forze sindacali se vogliono fare avere la loro opinione e del mondo produttivo. Non è una generica apertura di dialogo ma l’ indicazione di scelte di fondo” ha detto Renzi. Teniamo riforma fuori da campagna elettorale – “Se avessimo presentato oggi il ddl delega e il decreto” per la riforma della P.a. “avremmo avuto contestazioni di atto tipico della campagna elettorale” ha detto il premier. Si aprirà dunque ora un confronto per “coinvolgere gli uomini e le donne che lavorano nella P.a.” e allo stesso tempo c’è il tentativo di “togliere dalla campagna elettorale” la riforma.Esistono fannulloni, ma ora cambiare- ”Se passo giornata a dire che sei un fannullone è difficile che il destinatario dell’invettiva si senta motivato” ha affermato il presidente del Consiglio. ”Certo che esistono fannulloni nella Pa, ma compito di chi dirige non è lamentarsi ma provare a cambiare”, ha aggiunto.Tre assi: capitale umano, innovazione, tagli – La riforma della Pubblica amministrazione si sviluppa su 3 assi: “capitale umano, innovazione, tagli alle strutture non necessarie” ha spiegato il premier: coinvolgimento dei dipendenti attraverso una lettera, “sforbicia Italia per il taglio agli sprechi e open data come strumento di trasparenza”.(ANSA).10mila giovani se via trattenimento servizio – “L’abrogazione dell’istituto del trattenimento in servizio comporta la possibilità di far entrare 10 mila giovani nella P.A” ha detto Renzi illustrando la riforma. 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...