‘Tasi, aumenti fino al 60% rispetto al 2013’

La relazione annuale di Bankitalia ha messo nel mirino la Tasi. Dalla sua introduzione può derivare un aumento del prelievo sull’abitazione principale compreso tra il 12 e il 60% rispetto al 2013. La relazione sottolinea che la quasi abolizione dell’Imu sulla prima casa decisa lo scorso anno ha determinato nel 2013 ‘una significativa contrazione del prelievo locale’ sulle case non di lusso, che invece ‘è destinato ad aumentare nel 2014’. Se gli enti si limitassero all’aliquota base dell’1 per mille ‘il prelievo aumenterebbe di circa il 12%; se invece applicassero il tetto massimo del 2,5 per mille ‘il prelievo complessivo crescerebbe di oltre il 60% rispetto al 2013’. Ritornando ai livelli del 2012. Sono bastati questi numeri per scatenare la protesta di Forza Italia. Il sottosegretario alla presidenza del Consiglio, Graziano Delrio ha detto che rispetto al 2012 non ci sarà un aumento della tassazione sulla casa, mentre se si prende in considerazione il 2013, quando l’Imu prima casa fu abolito, il discorso cambia.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...