Acconto Tasi al rinvio in sette Comuni su dieci

La proroga dell’acconto Tasi interessa il 71,5% dei municipi italiani. Nonostante le pressioni di Confedilizia, Federcasa e di molte associazioni dei consumatori l’Esecutivo sembra orientato a un rinvio ‘selettivo’. No, dunque, ad una proroga generalizzata. Su poco più di 8mila comuni solo 2.181 hanno pubblicato le aliquote e quando si parla di aliquote la realtà è ancora più complessa. Perché Bari, ad esempio, ha proposto il rinvio dell’acconto per tutti al 16 dicembre, per cui non ha pubblicato le aliquote. Ancona le ha approvate, ma l’acconto Tasi è fissato per il 16 settembre e non per il 16 giugno. Decisioni simili si incontrano in altri Comuni. Tutto questo perché la Tasi, a differenza dell’Imu, è un’entrata solo comunale. Ma una legge nazionale c’è e indica il 16 giugno.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...