Commercialisti, allarme sulla ‘precompilata’

Il presidente del Consiglio nazionale dei dottori commercialisti e degli esperti contabili, Gerardo Longobardi, ieri in audizione presso la Commissione parlamentare di vigilanza sull’Anagrafe tributaria ha affermato che la dichiarazione precompilata rischia di riversare sugli intermediari e quindi sui commercialisti i rischi e i costi della semplificazione. Dal 2016 il patrimonio informativo a disposizione delle Entrate si arricchirà dei dati del SSN; ciò significa che il 71% dei 20 milioni di dichiarazioni precompilate avrà bisogno di essere integrata, senza contare le correzioni per le restanti 28,3%. Un problema che non riguarderà solo il primo anno, perché, secondo stime, nel 2016 le precompilate da integrare, pur riducendosi, saranno il 45,2% del totale. La norma inoltre prevede che se ci sono errori il commercialista è tenuto a pagare le sanzioni, le maggiori imposte e i relativi interessi.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...