Una mano sulla notifica

E’ stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 252 il decreto ministeriale 21 ottobre 2014 del Mef che consente alle pubbliche amministrazioni di riscuotere all’estero. L’agente della riscossione italiano potrà dunque prendere in carico richieste di notifica provenienti da Paesi membri della Ue e avrà sei mesi di tempo per adempiere al compito. Naturalmente il sistema funziona anche in senso inverso. Significa che le amministrazioni locali potranno inviare in via telematica al servizio di collegamento la richiesta di notifica da inoltrare all’autorità del Paese in cui deve avvenire la riscossione. Un ruolo centrale viene svolto dal ‘servizio di collegamento’ una struttura del Dip. Finanze competente allo scambio di informazioni in materia di tributi locali. A questa lo Stato membro potrà chiedere assistenza per la notifica ma solo se non sia in grado di provvedere direttamente o qualora questa notifica dia luogo a difficoltà sproporzionate.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...