Pil, l’Istat ora vede crescita zero Disoccupazione record al 13,2%

L’Istat rende noto che la disoccupazione, ad ottobre, è arrivata al 13,2%. Tra i giovani under 25 il tasso sale, invece, al 43,3%. A sorpresa arriva però la notizia che tra ottobre 2013 e lo stesso mese di quest’anno gli occupati sono cresciuti più di 122 mila unità. Se paragoniamo i dati della disoccupazione nazionale a quelli dell’eurozona, l’Italia ‘vanta’ il peggior valore dopo Spagna e Cipro. L’economia è ferma: l’Istat indica stagnazione nell’ultimo trimestre del 2014 con crescita attesa pari a ‘zero’, con un intervallo di confidenza compreso tra più 0,2 e meno 0,2%. L’anno si dovrebbe chiudere con un calo dello 0,3%. E se la stima della crescita ‘zero’ dovesse trascinarsi per tutto il prossimo anno, il Pil nel 2015 avrà un segno negativo (meno 0,1% rispetto al 2014). Ma dal Governo arrivano segnali positivi: sono 400 mila i nuovi posti fissi (+7,1% nel terzo trimestre dell’anno rispetto allo stesso periodo del 2013). 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...