Scongiurato l’aumento della Tasi nel 2015

La commissione Bilancio del Senato ha dato il via libera alla conferma dei tetti per le aliquote Imu e Tasi anche nel 2015. Proseguono, inoltre, i lavori del Governo alle compensazioni per i Comuni. Ma a suscitare polemiche all’interno della maggioranza è il nodo dell’Imu sui terreni ex montani. L’Ncd ha votato infatti una risoluzione che chiedeva di abolire del tutto l’imposta. Sullo stop alle aliquote la maggioranza è stata coesa. I tetti ordinari avrebbero portato il conto Tasi al 6 per mille e senza detrazioni. Il correttivo approvato ieri conferma invece il quadro attuale per il 2015. In questo modo si impedisce alla Tasi di raddoppiare il proprio peso ma non risolve il problema delle detrazioni. L’esperienza 2014 mostra che le detrazioni sono trascurate da due Comuni su tre e, anche quando sono state introdotte, non hanno assorbito l’intero gettito dell’aliquota aggiuntiva dello 0,9 per mille nata per finanziarle.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...