Notifica estera, o firma o niente

Con la sentenza n. 74/03/2015 depositata lo scorso 2 marzo, la Commissione tributaria provinciale di Reggio Emilia ha affermato che la notifica all’estero di un avviso di accertamento è inesistente se manca la firma del destinatario sulla ricevuta. Il duplicato dell’avviso di ricevimento della raccomandata, rilasciato dall’ufficio postale, non è sufficiente per considerare valida la consegna dell’atto. La questione aveva per protagonista un contribuente reggiano, residente in Spagna e regolarmente iscritto all’Aire. Nel 2013 le Entrate ipotizzavano una presunta plusvalenza realizzata sulla cessione di un terreno fabbricabile a una società di costruzione per l’anno 2007. Accertando un maggior reddito l’ufficio del fisco richiedeva il pagamento di maggiore Irpef.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...