Prezzi, interessi, perdite: il ‘ruling’ guadagna spazio

Fisco internazionale: il ruling guadagna spazio. L’art. 1 dello schema di dlgs sulla internazionalizzazione delle imprese introduce una disciplina articolata degli accordi preventivi con il fisco per chi opera con l’estero. Si va dalle regole dei transfer price, alla valorizzazione delle poste in caso di trasferimento di sede da e verso l’estero, dall’esistenza o meno di branch in Italia e alla quantificazione dei redditi tra casa madre e filiale, fino alla tassazione dei dividendi, interessi e royalties transnazionali. L’accordo si attua su istanza del contribuente ed è vincolante per l’esercizio in corso alla data in cui viene sottoscritto e per i quattro successivi. L’Agenzia delle Entrate è tenuta a trasmettere copia dell’accordo alle autorità fiscali estere interessate. Durante il periodo coperto dal ruling il fisco potrà svolgere verifiche e controlli limitatamente a questioni differenti da quelle oggetto di accordo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...