Margini ristretti per l’estinzione del reato

Autore:Gian Marco Committeri
Fonte:II Sole 24 Ore pag: 51

Lo schema di decreto legislativo sulle sanzioni, nella parte relativa al penale tributario, ha introdotto un elemento fondamentale: la causa di non punibilità rappresentata dall’avvenuto pagamento di tutte le somme dovute a titolo di imposta, sanzioni e interessi. L’effetto è tuttavia condizionato a precisi vincoli temporali entro i quali il pagamento deve avvenire: entro la dichiarazione di apertura del dibattimento di primo grado. Per i debiti tributari per i quali sono già in corso piani di rateizzazione, invece, si hanno tre mesi per estinguere il debito residuo. Il termine decorre dall’apertura del dibattimento di primo grado e può essere prorogato una sola volta dal giudice per altri tre mesi. Durante il maggior termine per adempiere la prescrizione del reato è sospesa.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...