Più tutela al soggetto truffato

Autore:Valerio Stroppa
Fonte:Italia Oggi pag: 28

Tra le misure previste nel decreto in materia di riscossione, approvato venerdì scorso in prima lettura dal Cdm, c’è la semplificazione della procedura per disapplicare le sanzioni tributarie a carico del contribuente truffato dal consulente di fiducia. Non sarà più necessario che il debitore versi prima le imposte; viene meno anche l’obbligo di prestare garanzia. Parimenti non sarà più operativa per gli accertamenti divenuti definitivi la sospensione legale di 180 giorni, decorrenti dal momento in cui l’Agenzia delle Entrate affida l’accertamento esecutivo a Equitalia. Sparisce il termine entro cui la società di riscossione deve avviare l’espropriazione forzata, finora fissato al 31 dicembre del terzo anno successivo a quello in cui l’accertamento è divenuto definitivo. Equitalia ha la possibilità di informare il contribuente via email (e non più solo tramite 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...