Nelle frodi valutazioni ancora rilevanti

Autore:Antonio Iorio
Fonte:II Sole 24 Ore pag: 19

L’Ufficio del Massimario della Corte di cassazione, nella relazione III/05/2015 sulla revisione del sistema sanzionatorio penale tributario , ha affermato che le valutazioni sono al riparo dal rischio penale solo per le dichiarazioni infedeli ma non anche per quelle fraudolenti. Le più alte soglie sugli omessi versamenti e sulle dichiarazioni infedeli avranno inevitabili ricadute sui tanti processi in corso per il favor rei, ma le previsioni di limiti differenti tra l’inadempimento delle ritenute e quello dell’Iva non è giustificabile anche per la natura comunitaria del tributo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...