Minimi a misura di giovani

Autore:Gian Paolo Tosoni
Fonte:II Sole 24 Ore pag: 21

Le persone fisiche che svolgono attività di impresa o di lavoro autonomo sono alle prese con la scelta di convenienza. Infatti dopo l’apertura delle Entrate secondo la quale le eventuali opzioni per altri regimi di determinazione del reddito non sono vincolanti, tali contribuenti possono adottare, a decorrere dal 2016, il regime forfettario introdotto dalla legge 190/2014. In linea di massima il contribuente che si trovava nel regime dei minimi può avere interesse a transitare nel forfettario. Invece, è più vantaggioso il regime dei minimi per coloro che sono giovani di età in quanto potranno applicare l’imposta sostitutiva del 5% fino al compimento del 35°anno d’età e non solo nei primi 5 anni di attività, come invece accade nel regime forfettario.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...