L’atto impugnato va citato nel ricorso sul silenzio-rifiuto

Autore:Ferruccio Bogetti e Gianni Rota
Fonte:Il Sole 24 Ore – Norme e Trib. pag: 21

Massima attenzione al ricorso introduttivo proposto per il rimborso delle imposte. Il contribuente deve sempre precisare l’atto opposto anche se questo non è immediato come nel caso del silenzio-rifiuto. Deve poi precisare la domanda rivolta al giudice e supportarla allegando la relativa documentazione. Infine, l’amministrazione non è tenuta in sede processuale a integrare la documentazione carente del contribuente, anche se il silenzio-rifiuto si è formato per sua inerzia. Così si è espressa la Ctr Liguria nella sentenza 6/7/2016. Un contribuente aveva chiesto a rimborso le maggiori imposte pagate sulla pensione integrativa tassata dall’ente previdenziale al 100% anziché nella misura inferiore prevista per i trattamenti pensionistici complementari (87,5%).

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...