Cartelle di pagamento da domani solo via Pec

Autore:-Fonte:Italia Oggi pag: 33

Cartelle di pagamento recapitate solo via Pec per società, imprenditori e lavoratori autonomi. A partire da domani entra in vigore l’articolo 14 del dlgs n. 159/2015 che obbliga Equitalia a notificare le cartelle dirette ad aziende e partite Iva esclusivamente tramite posta elettronica certificata. Gli agenti della riscossione estrarranno le mail dei destinatari dall’indice nazionale degli indirizzi di posta elettronica certificata (Ini-Pec).

Annunci

Liti fiscali online, avvio soft

Autore:Valerio Stroppa
Fonte:Italia Oggi pag: 33

Sono 321 i depositi telematici effettuati presso le commissioni tributarie di Umbria e Toscana tra il 1°dicembre 2015 e il 20 maggio 2016. Una media di cinque depositi al mese, pari al 4,5% del totale delle liti con il fisco instaurate nel periodo, con un trend di graduale crescita rispetto al debutto. E’ questo il primo bilancio tracciato dal Mef a quasi sei mesi di distanza dall’esordio del processo tributario telematico, scattato in via sperimentale presso le Ctp e Ctr umbre e toscane nell’ultimo mese del 2015. I dati sono stati presentati la scorsa settimana a Roma in occasione del Forum PA 2016.

Sulle prestazioni gratuite presunzioni delle Entrate

Autore:-Fonte:Italia Oggi pag: 30

Sulle prestazioni gratuite occhi del Fisco sui professionisti. L’allarme arriva dall’Anc (associazione nazionale consulenti del lavoro) che ieri ha inviato una nota in cui segnala che: ‘Gli uffici dell’amministrazione finanziaria preposti agli accertamenti, hanno da qualche tempo avviato un’attività di controllo, incrociando i dati relativi alle dichiarazioni trasmesse con le fatture emesse dagli intermediari abilitati’. Nel caso in cui al numero della dichiarazione trasmesse non si associ l’emissione della relativa fattura, l’Ufficio accertatore presume un maggior reddito imponibile generato da compensi oscillanti tra i 170 e i 670 euro, a seconda del tipo di modello Unico.

Tobin tax, dal 2016 cinque nuovi Stati nella white list

Autore:Marco Piazza
Fonte:II Sole 24 Ore pag: 43

Corea del Sud, Federazione Russa, Liechtenstein, Mauritius e San Marino entrano nella white list ai fini dell’imposta sulle transazioni finanziarie (Tobin tax) con effetto dal 1°gennaio 2016. Lo stabilisce il provvedimento prot. 2016/84383 di ieri che ha aggiornato il provvedimento 1° marzo 2013, integrato con il successivo del 29 marzo. Si tratta dell’elenco dei Paesi con i quali sono in vigore accordi per lo scambio d’informazioni o per l’assistenza al recupero dei crediti erariali. La lista serve per individuare i responsabili del versamento dell’imposta, quando in una stessa operazione imponibile, intervengono più intermediari sulla base dell’art. 19, comma 4, del Dm 21 febbraio 2013, come modificato dal Dm 18 marzo 2013. 

Bonus anche per i beni all’estero

Autore:Emanuele Reich e Franco Vernassa
Fonte:II Sole 24 Ore pag: 43

Dalla circolare n. 23/E delle Entrate arrivano le indicazioni sui beni che possono fruire del super-ammortamento. I chiarimenti confermano che sono esclusi dal beneficio i beni acquistatiti tramite un contratto di locazione operativa o di noleggio; al ricorrere dei requisiti previsti, il beneficio spetta al soggetto locatore o noleggiante, che potrà retrocederlo all’utilizzatore come minor corrispettivo. La circolare è utile poiché l’agevolazione interessa già la determinazione dell’imponibile fiscale da dichiarare nel modello Unico 2016. La maggiorazione del 40% del costo dei beni materiali strumentali nuovi concerne gli acquisti effettuati tra il 15 ottobre 2015 e il 31 dicembre 2016. Il superammortamento è cumulabile con altre misure di favore a meno che non venga disposto diversamente. Una tabella a lato dell’articolo espone i punti operativi salienti dell’agevolazione. 

E-fattura tra privati, entro domani l’istanza per il test

Autore:-Fonte:II Sole 24 Ore pag: 42

Entro domani la richiesta delle aziende per partecipare alla sperimentazione delle fatture B2B tra privati con il Sistema di interscambio (Sdi), che partirà per tutti – in forma volontaria – dal 1°gennaio 2017. Inoltre, dal 9 maggio 2016 sono stati introdotti nuovi controlli sui file trasmessi al Sistema di interscambio relativamente alle fatture destinate alle pubbliche amministrazioni. Al riguardo sono state pubblicate la versione 1.2 dell’Elenco controlli e la versione 1.3 delle Specifiche tecniche relative al Sistema di interscambio. Per consentire l’adeguamento al nuovo regime di verifiche, fino al prossimo 31 luglio il mancato superamento dei controlli non comporta lo scarto del file ma solo una segnalazione riportata all’interno della Ricevuta di consegna. Dal 1°agosto verranno, invece, scartati i file che non dovessero superare uno o più di questi controlli.

In dogana con il fascicolo elettronico

Autore:A.Mastromatteo, B.Santacroce e E.Sbandi
Fonte:II Sole 24 Ore pag: 42

Dallo scorso 1°maggio è in vigore il nuovo Codice europeo che contiene i controlli telematici doganali. La presentazione dei documenti accompagnatori delle dichiarazioni doganali sarà online. La pubblicazione dei file sul portale web dell’agenzia delle Dogane semplificherà le procedure amministrative per gli operatori, garantendo alle imprese risparmi in termini di efficienza e rapidità nel reperire le informazioni e i documenti a corredo. Il termine minimo di tre anni per la conservazione obbligatoria di documenti e informazioni relative all’espletamento delle formalità doganali, può essere prorogato di altri tre anni in caso di notifica di un accertamento doganale, mentre in caso di procedimento giudiziario, il termine è prolungato fino alla conclusione di tale procedimento. Nel fascicolo elettronico finiscono le rappresentazioni digitali di tutti i documenti cartacei di accompagnamento. Non vanno inclusi i documenti elettronici già in rete controllati via interoperabilità, ad esempio, Agrim/Agrex, certificati sanitari e veterinari.