Scontrini, non basta uno scarto di pochi minuti

Autore: Ferruccio Bogetti e Gianni Rota
Fonte: II Sole 24 Ore pag: 27
Anche se il cliente non è in grado di esibire lo scontrino fiscale, le dichiarazioni che ha rilasciato all’esterno del negozio non valgono ai fini indiziari nei confronti dell’esercente. Così ha stabilito la Ctr Liguria che, con la sentenza 458/4/16 ha chiarito, innanzitutto, che la lieve discrepanza tra l’orario indicato dall’organo ispettivo al momento della verifica e quello affermato dal negoziante non può ragionevolmente far presumere la mancata emissione del documento fiscale. La differenza di cinque centesimi tra gli importi riferiti dagli ispettori e dall’esercente non giustifica, inoltre, la sanzione per il mancato scontrino.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...