Le incertezze sui calcolo frenano la voluntary-bis

Autore: D.Deotto, M.Piazza e A.TomassiniFonte: Il Sole 24 Ore – Norme e Trib. pag: 19

La voluntary disclosure bis non decolla per le incertezze sui calcoli delle sanzioni, soprattutto nella procedura di autoliquidazione. A tal fine l’Agenzia delle Entrate sta predisponendo un software ad hoc per aiutare i soggetti interessati. Nella voluntary le conseguenze sanzionatorie sono diverse a seconda che l’istante: provveda autonomamente all’autoliquidazione; non vi provveda attendendo la liquidazione dell’ufficio; vi provveda in modo ritenuto insufficiente a posteriori con maggiorazione delle sanzioni. In quest’ultimo caso l’Agenzia applicherà una maggiorazione del 10% o del 3% rispetto a quanto previsto in caso di mancata autoliquidazione se il versamento è insufficiente per una frazione, rispettivamente, superiore o inferiore al 10% delle somme da versare oppure se il versamento è insufficiente per una frazione, rispettivamente, superiore o inferiore al 30% delle somme da versare negli altri casi.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...